Perchè un blog?

In questo articolo vi spiegherò perchè ho deciso di aprire un blog e parlare della fotografia di matrimonio (e non solo).

Un pò di tempo fa ho deciso di dar vita a questo blog. Sinceramente all’inizio l’ho fatto più per una motivazione personale che per altro ma poi ho pensato che un blog in cui riportare le mie idee, le mie impressioni, i miei consigli e più semplicemente quello che avevo da dire riguardo la fotografia e a questo fantastico mondo, potessero essere utili anche ad altri.

L’ho fatto anche per dar voce a tutti coloro che amano quest’arte ma che, grazie ad essa, ci lavorano. L’ho definito il “dietro le quinte” della fotografia. Parlo ovviamente di noi fotografi ma anche dei fiorai, dei ristoratori, wedding planner, di chi vende gli abiti da sposa. Parlo anche dei familiari e amici più stretti della coppia. Insomma, di tutte quelle persone che completano il matrimonio e che fan si che QUEL GIORNO sia il migliore possibile per la coppia di futuri sposi.

Scrivere articoli ti da l’opportunità di far conoscere alle persone qual’è il proprio pensiero e la propria visione su moltissimi aspetti  inerenti la fotografia e in effetti un blog racconta in particolar modo “chi sei”. Puoi narrare come viene vissuta la giornata di un matrimonio, le nuove conoscenze che si fanno, delle situazioni particolari che accadono,  ma soprattutto come si entra in modo “intimo” nella vita delle persone.

Per esempio un momento che amo fotografare, ma molto personale, è la preparazione degli sposi. In genere se ne parla sempre poco della preparazione ma è uno dei momenti più emozionanti sia per i futuri sposi che per le persone care che li circondano. Qui si intrecciano una miriade di emozioni e sensazioni contrastanti. Dalla felicità alla frenesia, dall’adrenalina al divertimento e poi ancora gioia, allegria, panico e silenzio.

Ovviamente la possibilità di immortalare qualcuno nei momenti più importanti non si limita al matrimonio. Basti pensare a quando si fa un servizio di maternità, o di fidanzamento. In questi casi la coppia ha l’opportunità di essere “ancor più” se stessa, senza pressioni, tranquilla e spensierata.

Dal punto di vista personale posso dire comunque che mi piace parlare di fotografia in tutte le sue forme e aspetti e come farlo se non attraverso un blog?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *