Riti simbolici sempre più comuni

Durante la celebrazione del matrimonio religioso o civile che sia, ci possono essere moltissimi riti, alcuni particolari e di cui non tutti sono a conoscenza.

Parlo per esempio del rito delle candele (detto anche della luce), il rito della velazione, il rito del passaggio degli anelli, la cerimonia della sabbia e il rito del discorso solo per citare i più famosi.
Per l'onor di cronaca bisogna precisare il fatto che la maggior parte di  questi riti sono da intendersi come "pagani" quindi è facile vederli nei matrimoni civili. Molto più difficile è vedere una cerimonia della sabbia per esempio all'interno di una chiesa. Sinceramente non ci troverei nulla di male a vederli all'interno di un'istituzione religiosa. Sono degli atti simbolici, intimi, magari importanti per la coppia e che aggiungono a mio avviso un qualcosa in più sia alla cerimonia, sia al servizio fotografico. Sono in quei momenti così personali che la coppia si lascia andare perchè quello è un loro momento personale. Gli sguardi intensi, VERI, i sorrisi, delle carezze e tutte quelle piccole gesta che amo catturare e fotografare.

Curiosi di saperne di più? ecco qualche informazione.

Il rito del passaggio degli anelli.

E' un rito molto particolare che unisce gli sposi a tutti parenti, famigliari e amici più vicini sentimentalmente alla coppia. Ad un certo momento della cerimonia gli anelli vengono passati di mano in mano tra gli ospiti che "imprimeranno" tutto il loro amore su di essi. Noto che è un momento molto sentito e personale perchè ognuno, credente e non, attraverso gli anelli può imprimere dell'energia positiva alla coppia con una preghiera, un sorriso, un augurio o semplicemente un pensiero. Alla fine, quasi a concludere il rito, si potrà procedere con lo scambio delle fedi

Il rito delle candele.

L'ho visto per la rima volta in un matrimonio con rito evangelico di una coppia venezuelana che ho fotografato nel 2016. Ancora poco conosciuto in Italia, questa cerimonia è molto usata all'estero sia in ambito civile che religioso. In pratica all'inizio della cerimonia, gli sposi accendono due candele, una per lei e una per lui e le poseranno vicino ad un'altra candela a volte più grande, altre volte di pari dimensioni. Dopo aver fatto lo scambio degli anelli gli sposi insieme accenderanno la candela ancora spenta e spegneranno le due più piccole accese all'inizio. Quest'ultima grande candela sarà il simbolo della loro unione e inizio di una nuova vita.

La cerimonia della sabbia.

Molto simile al rito della luce c'è anche il rito della sabbia. Qui gli sposi avranno un vasetto di vetro a testa con della sabbia di diverso colore per simboleggiare le diverse anime e, ad un certo punto della cerimonia, dovranno contemporaneamente versare il contenuto dei due vasetti all'interno di un vaso di vetro più grande. Così facendo la sabbia di due colori differenti si amalgama creando un gioco di colori molto piacevole da osservare e che rappresenta l'unione e l'intreccio delle due anime per il proseguimento di una vita insieme. Il vaso più grande una volta chiuso resterà agli sposi come un bellissimo ricordo di quel giorno.

La velazione

E' un rito prettamente cattolico e viene fatto durante la preghiera di benedizione degli sposi. Il rito viene annunciato e (il più delle volte) spiegato dal celebrante, poi insieme i genitori o i testimoni tengono disteso un velo bianco sul capo di entrambi gli sposi per tutta la durata della preghiera. Ha un duplice significato infatti  gli sposi stanno sotto il velo che simboleggia lo spirito santo, e pregano la protezione e la benedizione di Dio.  Al contempo rappresenta anche l'inizio di una nuova famiglia sotto forma di nuova tenda e nuova casa.

Questi sono solo alcuni dei riti, religiosi e non, che permettono di personalizzare il proprio matrimonio. Ce ne sono molti altri come per esempio "la fasciatura delle mani" o "handfasting"  dove gli sposi imprimono simbolicamente il loro legame fasciandosi a vicenda le mani.  Molti di questi riti sono stati introdotti negli ultimi anni, altri invece hanno origini antichissime come il "rito celtico" anche se quest'ultimo include molti passaggi simbolici così da caratterizzare tutta la cerimonia. Ci sono infatti la fasciatura delle mani con l'uso di nastri di colore bianco e rosso, gli ospiti si mettono attorno agli sposi per raffigurare i punti cardinali e la cerimonia possibilmente viene fatta sotto un bosco.

E voi? Avete usato qualche rito particolare per il vostro matrimonio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *